IL COPY CONTROL

IL COPY CONTROL

IL COPY CONTROL

Il copy control é un nome generico che raggruppa dei sistemi di protezione da copia, usati tra il 2001 e il 2006 in varie opere registrate su CD da EMI e Sony BMG, Music Entertainment in varie nazioni (Europa, Canada, Stati Uniti e Australia).

Le protezioni copy control sono state escogitate in risposta al peer to peer file sharing (condivisione di file da utente ad utente via internet, attraverso appositi programmi) e alla copia casuale dei compact disc.
Comportamenti diventati abituali negli ultimi anni, che si é supposto abbiano causato ingenti perdite sotto forma delle cosiddette "mancate vendite".

I problemi nel mondo digitale di oggi....

La digitalizzazione della musica ha portato con se una estrema facilità nella duplicazione dei contenuti, come ben noto a tutti.
Non c'é da stupirsi quindi che le case discografiche abbiano cercato di chiudere i cancelli con sistemi anti-copia.

In linea di massima esistono due sistemi:

-nel primo vengono alterate ad arte le modalità di scrittura del CD, introducendo errori di scrittura che vengono gestiti e assorbiti dai lettori CD casalinghi, ma non dai lettori CD-ROM dei PC;

-nel secondo più recente e più efficiente, vengono inserite tracce dati che vengono lette dal CD-ROM del PC, ma vengono ignorate dal lettore CD musicale.

Conclusione:
servono questi sistemi? Ad allontanare i compratori più esigenti sì, ad evitare la copia di sicurezza no, ad imporre l'acquisto di più copie (per casa, per auto) no, ad ostacolare la copia in digitale da parte di utenti PC "medi" sì.


Rispondi

Open chat
Ciao, come posso aiutarti?
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: