“Il Talento” di Luigi Paolillo 2/2

  • 0

“Il Talento” di Luigi Paolillo 2/2

2 – TALENTO E TECNICA VOCALE, DUE REALTA’ DIVERSE O COLLEGATE TRA LORO?

Non è vero che chi non ha tecnica non sia un talento, un artista può avere delle caratteristiche innate da  stupire e far parlare di se.  

Io penso che l’artista grazie alla tecnica riesca a completare il suo essere, ad essere capace di affrontare una marea di generi diversi. Non si finisce mai di imparare , ed è proprio grazie alle continue trasformazioni, ai vari metodi moderni che noi riusciamo ad  aggiornarci sempre di più e ad apprendere nuove cose,  sempre tenendo presente ovviamente dei principi di base .

L’artista è quel genio che riesce a raccontare e  allibire ogni volta, ma trasformandosi . Ecco il motivo di coloro che  usciti dai talent, e non solo,  fanno massimo due album e poi finiscono nel dimenticatoio, perché non cambiano, non danno un’aria nuova ai brani e all’interpretazione di questi.  

Artisti come Tiziano Ferro, Anna Oxa , Elisa, Nek. Vasco  ecc continuano a restare i grandi della musica, perché hanno la capacità  di trasformarsi e creare ogni volta  nuove sensazioni per se stessi e per chi li ascolta. E poi abbiamo delle vocalità differenti, voci acute e potenti ormai rare nel nostro Paese,  come Laura Pausini, Roberta Faccani ( ex voce dei Matia Bazar, colei che ha dato una ventata nuova e rock al gruppo) .

La Pausini non canta allo stesso modo di Giorgia , che ad esempio  ha una tecnica perfetta e riesce a colorare e abbracciare con  maestria  tutti i suoni, ma ha altre caratteristiche diverse da quest’ultima, che le permette, con un metodo diverso,  giusto o sbagliato,di riuscire comunque ad  arrivare al cuore di tutti. Vi ripeto, la tecnica è personale , l’importante è il prodotto finale, e non si può dire che la Pausini non è un ottimo prodotto, in Italia ha sempre funzionato e funziona. Per parlare poi di Roberta Faccani, artista dotata di una voce potente e graffiante,  accompagnata dalla sua enorme preparazione vocale e scenica , oltre ad essere  una grande interprete , si è affermata anche nel  musical , ed è un’insegnante di canto moderno favolosa.  

Come ben vedete, ci vuole un lavoro complesso su un artista, non funziona scrivere canzoni e cantarle improvvisando, ma devono adattarsi allo stile e alla vocalità dell’artista affinché quest’ultimo possa sentirsi comodo di comunicare il messaggio  senza alcuna limitazione.  

Guardate la Oxa, si trasforma ogni volta , persino la Nannini, da una carica e un energia che non è sempre la stessa, è diversa volta per volta.  

Questi sono gli elementi e le peculiarità del mondo della musica  che oggi purtroppo mancano. Consiglio a tutti coloro che vogliono intraprendere questo  percorso, di imboccarlo  bene, se non volete fare la fine di coloro che lo abbracciano  per un anno e poi spariscono.

Circondatevi di persone positive e di insegnanti onesti e sinceri  che non vi illudono o  prendono in giro sulle mille polemiche che si affrontano in Italia. Spero di essere stato chiaro su alcuni concetti e di aver chiarito molte idee. 

M° Luigi Paolillo

ArsMusic

 


Rispondi

×
Ciao, come posso aiutarti?
yoast seo premium free
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: